Progressive Rock Info | The best way to get into Prog Rock
15440
home,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15440,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-9.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive
 

ProgRock

Il punto di accesso al Progressive Rock

Io e il signor Oz (e altri racconti):

il nuovo libro di Stefano Orlando Puracchio!

Una sorpresa: dopo quattro libri dedicati al rock progressivo, caratterizzati da saggi e interviste che hanno conquistato l’attenzione del pubblico di appassionati, Stefano Orlando Puracchio approda alla letteratura con Io e il signor Oz (e altri racconti), un libro pubblicato da Demian Edizioni con il quale l’autore si cimenta nella narrativa breve. Rispetto ai quattro volumi di saggistica musicale, Io e il signor Oz è un tuffo nell’immaginario, con racconti di varia lunghezza e intensità che rivelano il mondo dell’autore. “Il signor Oz è il mago di Oz, proprio quello del romanzo e del film”, dice l’autore. Che aggiunge: “la mia storia è ambientata subito dopo il ritorno di Dorothy a casa. Una manciata di settimane dopo, più o meno. Ritroviamo, a un certo punto della storia, il grande ciarlatano che abbiamo avuto modo di conoscere nel romanzo di Baum. Ma non ci sono solo personaggi noti. Anzi, i ruoli più importanti nella serie di racconti appartengono a personaggi nuovi, tridimensionali e simpatici“. Io e il signor Oz è disponibile sulle principali piattaforme di vendita online. Per maggiori informazioni: info@edizionidemian.it


Manuale Minimo del Rock Progressivo

“Dopo tre e-book molto apprezzati ma dopo tante richieste da parte dei lettori che desideravano “il” libro, ho condensato tutte le mie ricerche in un unico volume cartaceo, ne ho aggiunte di nuove e ho stretto un’alleanza con un editore tradizionale, Demian di Teramo. Il Manuale Minimo è la summa di tutto il mio lavoro sul rock progressivo. Il meglio dei miei tre libri precedenti in una nuova pubblicazione, una revisione completa con importanti aggiunte”. Prosegue senza sosta il lavoro di approfondimento, analisi e ricerca sul rock progressivo da parte di Stefano Orlando Puracchio, il giornalista che negli ultimi anni è diventato un punto di riferimento per gli appassionati grazie alla sua attività di divulgazione e promozione del genere. Dopo la”Trilogia progressiva” composta dai tre e-book usciti nel 2014, 2015 e 2016, Puracchio arriva al compendio  cartaceo, debitamente arricchito da nuovi contributi, interviste, punti di vista. Il punto di forza dell’operazione è sempre duplice: da una parte la presenza di saggi tematici che mettono a fuoco argomenti chiave del fenomeno progressive oppure le vicende di singoli gruppi (dai King Crimson alla PFM, dalle visionarie esperienze di Magma e Gong al prog oltre cortina di Solaris, Mini e SBB); dall’altra parte la voce dei protagonisti, con numerose interviste ai principali nomi di un’epoca. Tra i principali nomi intervistati da Puracchio si passa da Christian Vander (Magma) a James Senese, Andy Latimer (Camel) a Giovanni Tommaso, Franco D’Andrea e Bruno Biriaco (Perigeo), da Billy Cobham a Lino Vairetti (Osanna) e molti altri.

Il Manuale Minimo costa 15 Euro ed è reperibile sui principali siti di vendita online. Acquistandolo direttamente dall’editore verrà applicato uno sconto del 20% sul prezzo di copertina. Per maggiori informazioni: info@edizionidemian.it

Immergiti nella lettura della

Trilogia Progressiva

Tre libri interamente dedicati al fenomeno del rock progressivo, composti da saggi, interviste, approfondimenti, recensioni e analisi su una delle correnti più amate e seguite nella storia del rock. È il lavoro realizzato da Stefano Orlando Puracchio, appassionato giornalista e cultore del progressive, che nei suoi volumi Rock Progressivo ha voluto esplorare questa ricca e avvincente branca del rock da nuovi punti di vista: interviste con i protagonisti, saggi che affrontano la materia da osservatori nuovi, riflessioni serene e stimolanti.

Progressive Rock: una guida

Una guida per il Progressive Rock.

“Il mio nuovo libro potrebbe essere il testo perfetto per le fidanzate, mogli o amiche di un qualsiasi patito di progressive…
Infatti non si rivolge principalmente agli appassionati prog, bensì a gente che è incuriosita da questo “genere” e che non ha mai osato approfondirlo, ritenendo che fosse “roba” troppo complicata.

Con il mio testo provo a dare una possibile chiave di lettura a queste persone. Da qui il sottotitolo UNA guida invece che LA guida. Ovviamente, poi, il testo è anche rivolto alla “naturale” platea, quella degli esigenti appassionati”…

Scopri di più

Progressive Rock 2: linee di confine

Un ritorno sul luogo del delitto.

Un lavoro che già dal titolo si avvicina a territori meno canonici e inquadrabili del prog-rock, con l’obiettivo di esplorare, dopo i classici del primo volume, nomi, ambienti e sottogeneri meno familiari. Il primo libro aveva illustrato la genesi e gli sviluppi del fenomeno prog-rock, individuando moduli compositivi, connessioni con aree estranee al rock e direzioni stilistiche: Linee di confine si sofferma su protagonisti dell’era classica e del new prog (dai Kansas ai Marillion, dagli Arti & Mestieri agli Unreal City) ma anche su nomi meno “ingombranti” come Secret Oyster, Solaris e Agorà, avvicinandosi così a un’idea di progressive come approccio e attitudine, più che genere.

Scopri di più

Progressive Rock 3: a gentile richiesta

Un libro indicativo già dal titolo di un bel responso e di un atteso ritorno.

Proprio grazie all’ottimo feedback da parte di lettori e giornalisti specializzati, ma anche grazie alla convinzione sempre più ferma delle ragioni del self-Publishing, oltre che all’esigenza di tirare le somme dopo due volumi di interviste e riflessioni, Puracchio ha deciso di affrontare ancora una volta il fenomeno progressive, come nel suo stile da un’angolazione diversa e stimolante. Più che un saggio analitico, più che una trattazione scientifica, l’autore immagina il suo testo ancora una volta come una sorta di “zibaldone” composto da interviste, saggi tematici e riflessioni su passato, presente e futuro del prog-rock.

Scopri di più