Progressive Rock Info | Manuale Minimo del Rock Progressivo
16133
post-template-default,single,single-post,postid-16133,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-9.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive
 

Manuale Minimo del Rock Progressivo

15 Mar Manuale Minimo del Rock Progressivo

follow “If you wanna hear me sing serious, buy an album.” Stavo pensando ad un attacco originale per scrivere un pezzo sul mio quarto libro, il “Manuale Minimo del Rock Progressivo” (da ora in poi MMRP). Ovviamente non mi andava di scrivere il solito pezzo del genere: “comprate il libro, è molto bello”. Grazie, l’ho scritto io… che vi dico che è brutto? 😀 Però, a parte le battute, il problema resta. Non ci giro intorno: non è semplice scrivere un pezzo per invitare all’acquisto di un testo, cercando di far leggere qualcosa d’interessante.
Caso ha voluto che stessi ascoltando l’album: “The Rat Pack – Live at the Sands”. La canzone “Via Veneto” è stata affrontata da Dean Martin “in scioltezza”. Ad un certo punto della canzone Dino si è lasciato un po’ troppo andare e ha prontamente detto al pubblico presente: “Se mi volete sentire cantare seriamente, comprate un album”.
Apparentemente, l’uscita potrebbe essere considerata sprezzante, irrispettosa. Tuttavia, non lo è affatto. La cura e la precisione con cui gli album venivano fatti a quell’epoca era maniacale. A titolo d’esempio, mi viene in mente una serie di take di Elvis Presley della canzone di Burt Bacharach “Any Day Now”, pubblicati dopo diversi anni. Bene, le versioni che sono state registrate della stessa canzone sono diverse. E, di queste tante versioni (alcune molto belle), si è scelta quella migliore. Il rigore con il quale si affrontava la registrazione era totale. Ecco in che chiave bisogna leggere le parole di Martin. Il pubblico del Sands pensava di andare a sentire Dino cantare “Via Veneto” esattamente come sul 45 giri. Cosa impossibile. Primo perché Dino era tutto fuorché una macchina. I suoi pregi erano i suoi difetti. Forse era il contrario? Non so. 😛 E poi, perché, la stessa canzone – in un contesto differente – deve per forza “suonare” in modo diverso.
Questo mi ha portato a riflettere sull’approccio che ho utilizzato nello scrivere il mio quarto libro, MMRP. Rispetto allo stile utilizzato in un pezzo di questo blog, non lo nego, “il giorno e la notte”. C’è una differenza fondamentale: qui è gratis (e quindi vado in scioltezza) mentre il libro si paga. Ovviamente, la cura con la quale si opera per la scrittura di un libro ricalca esattamente la stessa precisione con cui sono stati realizzati i take di Presley per arrivare a stampare la versione definitiva. Il prodotto (brutto termine ma si chiama così) dev’essere venduto. E, per una questione di rispetto verso il compratore, bisogna cercare d’offrire il meglio. Specialmente in tempi in cui bisogna stare attenti alle spese.
Il MMRP è la summa di tutto il mio lavoro sul progressivo. Il meglio dei miei tre libri precedenti, in una nuova pubblicazione. Una revisione completa con importanti aggiunte, finalmente in versione cartacea e non in formato elettronico (e-book). Con questo libro ho deciso di assecondare le richieste di molti lettori, vecchi e nuovi. I nuovi lettori troveranno un libro che, con un linguaggio semplice ma non semplicistico, cerca di spiegare il rock progressivo. I vecchi lettori saranno contenti del supporto cartaceo e delle ghiotte novità. Lo stile è sempre quello che ha contraddistinto le mie precedenti pubblicazioni. Tuttavia, penso che in questo MMRP ci sia più rigore. Per questo ho voluto prendermi più tempo per esaminare quanto fatto, rielaborarlo ed aggiungere nuovo materiale.
Il punto di forza del testo si trova non tanto nelle mie riflessioni personali quanto nelle tante interviste che ho realizzato, parlando direttamente con i protagonisti del prog. Inoltre, particolare attenzione dev’essere rivolta ai quattro saggi brevi (affidati ad altri autori) che sono stati inseriti alla fine del testo. L’unione delle mie riflessioni, le interviste ai musicisti ed i saggi brevi creano un affresco, sintetico ma allo stesso tempo fedele, del fenomeno del rock progressivo. E potranno essere d’aiuto a tutti coloro che cercano un prontuario, un messale, un vademecum. Il primo passo in un fantastico mondo che non smetterò mai di definire avvincente, immaginifico. In una parola: bello.
Il libro costa 15 Euro ed è reperibile sui principali siti di vendita online. go Tuttavia, se si deciderà di acquistarlo direttamente dall’editore, verrà applicato uno sconto del 20% sul prezzo di copertina. Per maggiori informazioni: info@edizionidemian.it