Progressive Rock Info | William Shatner – Has Been
16121
post-template-default,single,single-post,postid-16121,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-9.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive
 

William Shatner – Has Been

11 Nov William Shatner – Has Been

La figura di William Shatner è legata, in modo indissolubile, a quella del Capitano Kirk di Star Trek. Tuttavia, per nostra fortuna, Shatner è molto di più. Un buon novellista, il creatore di Tekwar (serie sottovalutata), T.J. Hooker, diciamo un regista e… un cantante.
Ora, quando dico “cantante” devo immediatamente specificare che genere di canto. Shatner è forse il Re dello Spoken Word. Shatner non canta. Interpreta un brano, recitandolo come se fosse una poesia.
E’ diventato – per sua fortuna o suo malgrado è difficile dirlo – il Re dopo aver realizzato una versione alquanto discutibile (ma per gli amanti del trash meravigliosa) della canzone Rocket Man di Elton John. Se volete ascoltarla, ve la cercate da soli. Non ho l’ardire di riproporla in questo spazio.
Il nostro eroe dello spazio (e oltre) non si è fermato, ovviamente, a Rocket Man. Ha realizzato altre versioni molto “alternative” di brani famosi. Impossibile non citare un’altra perla shatneriana: la versione agghiacciante di Lucy in The Sky With Diamonds (quasi a livello di Rocket Man). L’intelligenza di Shatner, però, è stata quella di non indugiare solo sulla vena ironica (e autoironica) delle sue abilità interpretative. Infatti, ha realizzato, parallelamente ai pezzi trash, anche cose molto buone. Mi viene in mente, ad esempio, una versione di Space Oddity di David Bowie recitata con criterio. O, quantomeno, con molto più criterio rispetto ad altre cose interpretate dall’attore canadese.
Volendo parlare di un intero disco, vorrei segnalare l’album Has Been.
Quando quest’album è uscito, nel 2004, tutti abbiamo pensato: “Ecco un altro album trash”. Beh, ci siamo dovuti ricredere subito. Prima di tutto, Has Been è stato arrangiato e prodotto da Ben Folds. E, per chi conosce l’opera di questo artista, è già una garanzia di qualità. Shatner ha dato veramente il meglio in questo disco. Ci sono pezzi “seri” (tipo It Hasn’t Happened Yet) e pezzi “leggeri” (tipo Ideal Woman). Poi, come se non bastasse, in questo album Shatner ha avuto l’opportunità di collaborare con artisti di lusso come Aimee Mann (grande cantante) ed Adrian Belew (progster, vi ricorda qualcosa?).
Has Been è, nel suo complesso, un buon disco. Allo stato attuale delle cose è, considerando la discografia precedente e quella successiva di Shatner, il suo miglior prodotto. Da ascoltare almeno una volta. Forse due. 🙂