Progressive Rock Info | Stan Getz – 5 Original Albums
16082
post-template-default,single,single-post,postid-16082,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-9.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive
 

Stan Getz – 5 Original Albums

28 Ott Stan Getz – 5 Original Albums


Parlando di jazz, uno dei miei sassofonisti preferiti è Stan Getz. La mia stima per Getz deriva in gran parte dal fatto che ho iniziato ad ascoltarlo partendo da un album che si chiama: What the World Needs Now: Stan Getz Plays Burt Bacharach and Hal David. Le versioni di Getz dei brani di Bacharach e David mi sono particolarmente piaciute. Così, nel corso degli anni, ho acquistato altri album del musicista.
Quando si affrontano artisti come Getz – o altri che hanno una discografia particolarmente ricca – è sempre difficile capire da dove partire. Personalmente, a parte il primo acquisto che è stato mirato, mi sono (quasi) sempre affidato al caso. Nel senso che ho iniziato a comprare Cd senza seguire un filo logico. Parto dal presupposto che, in questo modo, è vero che si rischia di prendere cantonate mostruose ma, in caso di acquisti positivi, il piacere dell’ascolto è doppio. Comprendo, però, che questo metodo non può andare bene per tutti. Allora, cosa fare? Ho visto troppa gente abbandonare una pratica allegra e utile come la ricerca perché ritenevano l’impresa troppo ardua da affrontare. O perché delusi da uno specifico acquisto errato. Continuo a sostenere, indomito, la mia teoria secondo la quale è doveroso evitare per quanto possibile le compilation. Ma resta sempre il discorso degli album. Sono tanti a volte e troppi in alcuni casi. Non si può pretendere che la gente acquisti tonnellate di materiale. Un buon metodo potrebbe essere affidarsi ai cofanetti. La Verve/Universal, ad esempio, ha fatto uscire una serie chiamata: 5 Original Albums.
A prezzo contenuto, su internet (ed ancora più contenuto in alcuni centri commerciali) è possibile comprare un cofanetto contenente cinque Album originali di un artista. Com’è logico che sia, gli album che sono inclusi nei cofanetti non sono pietre miliari ma album “minori”. C’è una ragione per cui non è possibile trovare gli album migliori in questo genere di cofanetti: continuano ad essere venduti singolarmente. Tuttavia, l’approccio iniziale a musicisti come Getz (o Peterson, Monk, Evans giusto per citare altri nomi della serie 5 Original Albums) può passare benissimo anche attraverso questo genere di operazioni commerciali. Non vi nego che ho avuto la fortuna di utilizzare spesso questi cofanetti per coprire alcune lacune che avevo nella mia collezione di dischi. Se penso a musicisti come Coltrane e Davis, i cofanetti della serie sono stati una vera e propria “mano santa”.
Per quanto riguarda Getz, nel suo cofanetto troverete gli album: West Coast Jazz, Stan Getz In Stockholm, The Steamer, And The Cool Sounds e Stan Meets Chet. E’ materiale che riesce sicuramente a dare una buona idea della musica del sassofonista senza doversi affidare a sterili “the best of”.

P.S. Vi metto qua il link per controllare la lista dei 5 Original Albums.